logo
logo

italy

Quattro passi nella cultura del legno.
Riflessioni in preparazione del "World Wood Day 2014"

Ortisei 7 febbraio 2014 ore 16,30-19,30

Four Steps in the Wooden Culture. Considerations in Preparation of the "World Wood Day 2014"

Presentazione di Mike/Jisling del "World Wood Day": significato e finalità.
Introduction by Antonio Frattari/Su Jisling of The "Worl Wood Day": Meaning and Target.

L'IWCS ha istituito la Giornata Mondiale del Legno che si celebra il 21 Marzo di ogni anno. Nel 2012 si è tenuta in Tanzania con la partecipazione di numerose delegazioni provenienti da diversi paesi del mondo come dirà Moroder nella sua presentazione. Ad Ortisei prepariamo l'evento mondiale con una manifestazione ridotta per numero di interventi, ma non nel significato. Il nostro meeting verrà filmato e una breve clip verrà inviata in Cina per testimoniare il nostro impegno nella diffusione della cultura del legno.

CONFERENCES

Filip Moroder

Il "World Wood Day 2013": storia di un'esperienza emozionante.
The "Worl Wood Day 2013" Story of an Exciting Experience.

La partecipazione alla prima giornata mondiale del legno che si è svolta a Dar Es Salaam in Tanzania. Un contributo allo sviluppo della scultura del legno delle diverse culture e la bellezza della creatività che si sprigiona dalle mani di chi riesce a plasmare la propria identità.

Antonio Frattari

La cultura delle costruzioni in legno dalla tradizione alla innovazione
The Culture of the Wooden Buildings: Innovation from the Tradition

Le moderne costruzioni in legno, rispettose dell'ambiente naturale sono esempi tangibili della imperante necessità di costruire sostenibile. Un'attenta analisi delle tecniche costruttive in legno e delle tipologie edilizie da esse derivate possono dare un contributo in termini culturali e di conoscenza nello sviluppo di idee innovative. Attraverso una lettura critica delle principali tipologie del passato emergono gli aspetti significativi che possono essere presi quale spunto per ripensare il modo di costruire oggi, con tecniche diverse, ma con fondamenti ideologici emotivamente immutati.

Elfriede Perathoner

La scultura in legno cuore della tradizione della Val Gardena
The Wooden Carvig: the Heart of the Tradition of the Val Gradena
(provisional titlein alterenative: The Wooden Carving in Val Gardena as Bridge Between the tradition of North and South Europe)

"La scultura del legno, lo sviluppo in Italia e della tradizione gardenese nell'esempio del presepe"

Fiorenzo Degasperi

Tessere il legno: Una storia mitologica e antropologica
Weave Wood: A mythological and Anthropological History

Ci sono verità nascoste nelle cose che sono diventate segrete perché l'uomo si è dimenticato di loro. Eppure ci sono. Basta saperle vedere, coglierle. Risalendo la corrente della storia alpina dell'arte, delle arti applicate, dell'architettura, si può ancora rintracciare – non solo nella memoria e nei ricordi – il legno, ovvero la materia prima, quello che secondo i miti cela una saggezza e una scienza sovrumana. Il legno che ancor oggi trattiene dentro di sé il sapore del mondo, di un territorio alpino ricco e affascinante, di un paesaggio umano e naturale.

Decorare il legno per tener lontano gli spiriti maligni, scolpire il legno per invocare il sacro, mangiarlo per essere parte del mondo. Tessere il legno, come fosse un ordito, per costruire stalle, case, stanze. Seguendo antiche usanze e arcaici saperi che, al di là del tempo e dello spazio, risultano ancor oggi ricchi di magia e funzionali ad un'abitare – degli uomini, degli animali, dei Santi, degli dèi – in armonia con l'universo.